Notizie in Primo Piano

47 Expo del Chianti Classico

Dal 7 al 10 settembre gli appassionati di vino di tutto il mondo arrivano a Greve in Chianti

Chianti Classico capitale del vino: a Greve ultimo giorno di Expo

Tutto il programma di una giornata da vivere e assaporare fino in fondo

Chianti Classico, giro fra i produttori all'Expo: "Il 2015? Sarà un'ottima annata"

Giudizi unanimi: "Uva matura e perfetta. L'annata pare davvero destinata a essere eccezionale"

Il direttore generale del Consorzio Chianti Classico in visita all'Expo: "Qualità dei vini eccezionale"

Giuseppe Liberatore: "Siamo a un livello medio straordinario. Il 2015? Si presenta come un'annata favolosa"

Expo del Chianti Classico 2015: taglio del nastro nel segno dell'unità

Presenti i sindaci del Chianti, due assessori regionali, il presidente del Consorzio Vino Chianti Classico

Expo Chianti Classico: il via alle 17. E Il Gazzettino aggiorna il sito ufficiale

La redazione del quotidiano on line chiantigiano al lavoro su www.expochianticlassico.com

Il Gallo Nero canta all'Expo, un'unica grande vetrina a Greve in Chianti

Oltre 60 aziende in mostra dal 10 al 13 settembre in piazza Matteotti

Expo Chianti Classico numero 45: Greve diventa culla del grande Rinascimento del vino

La rassegna nel 2014 in soli quattro giorni è stata presa d’assalto da circa 15mila enoturisti

Gli "omini che fanno cose" di Luca Carfagna: un'icona dell'Expo di Greve

L'artista panzanese e le sue figure umane stilizzate sulla juta: "Energiche ed ironiche"

"Il Chianti Classico vola. Siamo quasi ai livelli pre crisi"

L'analisi del direttore del Consorzio Vino Chianti Classico alla vigilia del 45esimo Expo

Che notizia! Nel 2016 tappa del Giro d'Italia nel Chianti Classico

Una cronometro di 40 km con partenza da Radda e arrivo a Greve in Chianti

Chianti Classico: "L'annata? Prospettive ok, ma i conti si fanno a fine settembre"

Alla vigilia dell'Expo, il tecnico Dario Parenti fa le previsioni: "La denominazione? La vedo in grande ripresa"

Expo Chianti Classico, Remaschi: "Qualità del prodotto l'arma vincente"

L'assessore regionale all'agricoltura: "Una vetrina di grande importanza per tutti i produttori"

Aspettando la 45° Edizione "Expo del Chianti Classico"

L'anno del Record di Cantine in Piazza

Twitta il tuo Assaggio Preferito

A cosa serve l'hashtag ufficiale dell'Expo? Scopritelo!

Chianti Classico e Chianti: 2 vini diversi

...ogni 5 minuti nel mondo queste parole sono utilizzate in modo sbagliato per definire due vini il cui nome e provenienza non sono chiari al pubblico: Chianti e Chianti Classico.

Il Vino Chianti Classico

Scoprite cos'è il Vino Chianti Classico

>> Archivio News

Seguici

Che notizia! Nel 2016 tappa del Giro d'Italia nel Chianti Classico

La notizia, straordinaria, è arrivata lunedì 7 settembre, proprio nei giorni prima del taglio ufficiale del nastro dell'Expo del Chianti Classico numero 45: una delle tappe della 99esima edizione del Giro d'Italia sarà intitolata ad un vino, il Chianti Classico, e si correrà nel suo territorio di produzione. L’accordo con il Giro d’Italia 2016 è stato fortemente voluto dal Consorzio del Vino Chianti Classico.

La nona tappa, la corsa a cronometro individuale intitolata al Vino Chianti Classico che promette di essere una delle frazioni più attese di questo Giro, oltre che decisiva per le sorti della classifica, è in programma per domenica 15 maggio 2016 e si svilupperà lungo un percorso di quaranta chilometri tra Radda e Greve in Chianti.

Sarà una prova di grande impegno per i partecipanti che dovranno cimentarsi tra profondi sali-scendi, rotonde impegnative e pochi rettilinei, e di forte intensità emotiva per chi guarderà sfrecciare i corridori sul territorio del Chianti Classico.

“Un concorrente alla volta, un’intera giornata durante la quale le telecamere di tutto il mondo saranno puntate sulle nostre terre: saremo il palcoscenico di una Tappa della più bella, spettacolare corsa ciclistica del mondo" dice Sergio Zingarelli, presidente del Consorzio Vino Chianti Classico.

"Sarà l’occasione - prosegue - per festeggiare un’importante ricorrenza: saranno passati esattamente 300 anni dal 1716, da quando il Granduca di Toscana Cosimo III de’ Medici emise un bando col quale delimitò i confini della zona di produzione del Chianti, nell’area compresa fra le città di Firenze e Siena, costituendo una sorta di DOC "ante-litteram", un riconoscimento unico nella storia del vino italiano di qualità, in grado di rappresentare al meglio il suo territorio”.

“Il nostro consiglio di amministrazione - continua Sergio Zingarelli - ha lavorato molto, insieme a RCS-Gazzetta dello Sport, per affiancare l’immagine del nostro vino ad un evento che è di portata internazionale e che si inserisce, nel segno della continuità, alle tante attività di promozione del territorio nel quale il Consorzio Vino Chianti Classico è impegnato".

"E il ciclismo - specifica - che sia praticato da professionisti o da semplici appassionati è una disciplina nella quale crediamo e che abbiamo sempre cercato di incoraggiare perché chiunque lo pratichi, con i suoi ritmi e le sue capacità, ha la possibilità di entrare in contatto diretto con la natura, con il paesaggio, con la nostra cultura. È uno stile di vita a misura d’uomo, e il Gallo Nero è il suo testimonial”.

“Entrare a far parte del percorso di uno degli eventi sportivi più famosi e seguiti al mondo è per noi motivo di grande soddisfazione e orgoglio - commentano i sindaci di Greve e Radda in Chianti Paolo Sottani e Pier Paolo Mugnaini - Una prima volta per i Comuni chiantigiani, punti di partenza e arrivo della tappa del Chianti Classico nell'ambito della novantanovesima edizione del Giro d’Italia 2015 cui renderemo omaggio elevando al massimo le potenzialità organizzative e ricettive del nostro territorio che per sua vocazione fa della cultura dell’accoglienza un elemento di forza del Chianti".

"Greve e Radda - annunciano - si faranno trovare pronti e cercheranno di valorizzare al meglio questa grande opportunità promozionale i cui effetti positivi si rifletteranno sull’intera area toccando trasversalmente il tessuto economico, culturale e sportivo. Sarà un onore per noi e per i tanti cicloturisti che già da alcuni anni scelgono il saliscendi delle nostre colline come meta dove coltivare la loro passione per il viaggio sulla due ruote. Passeggiare tra i paesaggi mozzafiato del Chianti è un’esperienza unica anche per chi si porta in vacanza l’amore per lo sport”.